Archivi tag: buon cittadino

I Rovers e le Scolte dell’Agesci Zona di Arezzo presentano le Azioni di Coraggio per la loro Route Nazionale

Volantino JPEGL’Associazione Guide E Scout Cattolici Italiani è lieta di invitarLa sabato 18 aprile, ore 16.30 presso Piazza Guido Monaco, Arezzo (Ar), per una manifestazione in cui saranno presentate ufficialmente le Azioni di Coraggio realizzate nella Provincia di Arezzo e verrà consegnata la Carta del Coraggio alle istituzioni civili e religiose della zona di Arezzo.

Ruote Nazionale 2014 e Azioni di Coraggio

La Route Nazionale è il campo che nell’agosto 2014 ha riunito a San Rossore trentamila scout di tutta Italia con età dai 16 ai 21 anni: tutti i gruppi presenti all’evento si sono resi protagonisti, nei mesi recedenti, di un’azione concreta volta a realizzare un cambiamento positivo nei loro territori, dimostrando coraggio e spirito di servizio nelle realtà dove è emerso bisogno e necessità di volontariato concreto. Queste azioni di coraggio hanno impegnato anche i giovani scout della zona di Arezzo per affrontare e risolvere alcune problematiche e emergenze avvertite da un’analisi del territorio locale. L’impegno avviato in questa fase ha infine trovato espressione nella Carta del Coraggio, il documento scritto a San Rossore che esprime i pensieri e le riflessioni di questi ragazzi e di queste ragazze nei confronti di varie tematiche: territorio e ambiente, cittadinanza e politica, legalità, lavoro ed educazione, chiesa e fede.

Significato di questa giornata.

Nel corso della giornata del 18 aprile, saranno presenti tutti i sette gruppi della zona di Arezzo: Arezzo 14 del centro storico cittadino, Arezzo 2 della parrocchia del Sacro Cuore, Arezzo 7 delle parrocchie di San Marco La Sella e di Sant’Egidio all’Orciolaia, Arezzo 8 della parrocchia di San Donato in Maccagnolo, Casentino 1, Cortona 1 e Valtiberina 1. I ragazzi saranno i protagonisti di un’iniziativa rivolta alle istituzioni civili e religiose, ma anche all’intera cittadinanza, organizzata con l’obiettivo di raccontare il loro percorso per la Route Nazionale, ripercorrere le loro azioni di coraggio e consegnare ufficialmente la Carta del Coraggio.

Annunci

I clan aretini verso la Route Nazionale 2014

Ecco i 7 impegni concreti per migliorare il territorio

di Marco Cavini

Per lo scautismo italiano questo è un anno particolare. Dal 6 al 10 agosto si terrà a San Rossore (Pisa) la Route Nazionale, un evento di portata storica che non si ripeteva dal 1986 e che vedrà la presenza di 33.000 ragazzi di 1.605 clan di tutta Italia. Tra questi vi saranno anche i sette clan della Zona di Arezzo a cui è stato richiesto, prima di partecipare alla route, di impegnarsi nel realizzare un cambiamento positivo sul territorio in cui vivono con l’obiettivo di lasciare il mondo meglio di come l’hanno trovato. Questo lavoro ha il nome di “capitolo” e negli ultimi mesi ha visto i ragazzi aretini analizzare la loro Zona per coglierne i principali bisogni  e per individuare alcune azioni concrete per migliorarla. Il tratto comune di tale impegno è stato il coraggio, cioè la spinta necessaria per attivare un cambiamento.

foto (1)

L’Arezzo 14, per iniziare, ha rivolto le sue attenzioni verso la Casa Circondariale cittadina affrontando il tema del “coraggio di liberare il futuro” e concentrandosi sulla situazione che vive ogni detenuto al termine della pena e al momento del reinserimento nella società. Per questo sono in programma due incontri con i detenuti sul tema della cura della persona, della solidarietà e delle prospettive future, i cui risultati saranno divulgati all’intera cittadinanza come stimolo di riflessione e di sensibilizzazione per abbattere pregiudizi e luoghi comuni.

foto

L’amore è stato invece al cuore dell’impegno dell’Arezzo 2 che nel corso dell’anno ha vissuto tante testimonianze significative confrontandosi con le realtà del Centro Aiuto Minori e del Centro Aiuto alla Vita di Arezzo, della Fattoria dei Desideri di Terranuova, della Casa di Betlemme di Indicatore e del Centro di Accoglienza “Nuovi orizzonti” di Montevarchi. “Abbiamo compreso – spiega la Capo Fuoco Elisabetta Batini – che alla base della relazione con l’altro, specie se in difficoltà, c’è lo spirito di amore con ci si avvicina”. Continua a leggere

14/15/16 febbraio: cantiere giungla!

Cantiere Giungla “Il buon cittadino e cittadinanza attiva” a Coeli Aula (Empoli)

Orari indicativi dalle 19.00 del 14 alle alle 14.00 del 16

Un momento in cui i capi branco vivono e si confrontano sulle sfumature della Giungla , sui racconti, sull’atmosfera nell’ottica del “buon cittadino” e “cittadinanza attiva”. Confrontarsi sull’educazione alla cittadinanza in L/C, ripartire da BP, dalla sua idea originale, rileggerla nelle storie di Kipling e trovare quel filo rosso tra i racconti che conduce alle basi dell’uomo e la donna della partenza. Per maggiori info domani a riunione di Zona l/c e prossimamente sul sito regionale.